MEETING DI BRUGNERA: MANIFESTAZIONE DA 10 E LODE. VICENZINO, KIRCHLER E ROCCOBON SUGLI SCUDI

Sharing is caring!

Cala il sipario sulla undicesima edizione del Meeting di Brugnera – Memorial Maccan. E’ stata una manifestazione di alto livello, anche se in qualche gara, proprio all’ultimo, sono venuti a mancare alcuni dei pezzi da 90 che erano stati annunciati. Peccato per Giovanni Galbieri, il campione europeo U23 in carica, che ha dovuto arrendersi nella batteria dei 100 metri a causa di un presunto stiramento muscolare. La vittoria è andata dunque allo sloveno Gregor Kokalovic (Nuovo Mesto), che ha corso la distanza in 10”93 precedendo Andrea Variola (Libertas Sanvitese Iperottica, 11”08), che aveva avuto accesso alla finale grazie al gran tempo di 10”93), e all’udinese Ruben Di Filippo (11”13).
La gara femminile è stata invece dominata da Anna Lisa Modesti: la sprinter del Cus Trieste, con il crono di 12”40, è riuscita ad avere la meglio su Ottavia Cestonaro (Forestale, 12”47) e Giada Carmassi (Brugnera Friulintagli, 12”51).
Dalla velocità al mezzofondo e fondo. Le gare su lunga distanza sono state il piatto forte della kermesse altoliventina. Se Abdoulla Bamoussa (Friulintagli) si è imposto nei 3000 siepi con tanto di nuovo record regionale, nei 5000 la medaglia d’oro è finita al collo di William Kibor (Parco Alpi Apuane). Il fondista africano ha portato a termine i 12 giri e mezzo di pista con il tempo di 14’01”81, dopo aver a lungo ”combattuto” con Joshua Mongusho (Atletica Futura, 14’09”99) ed Ezekiel Meli (Roma Sud, 14’13”46).
Senza storia la gara degli 800. Nel doppio giro di pista ad imporsi, con autorità, è stato Enrico Roccobon (Athletic club Belluno) con il tempo di 1’50”15. Il mezzofondista veneto ha dovuto prestare molta attenzione a non farsi scippare il primo posto da Alberto Dal Sasso (Atletica Feltre, 1’55”06), che ha preceduto all’arrivo il giovane Luca Paludetto (ex Sanvitese Iperottica, ora approdato alla corte della Friulintagli) che si è congedato in 1’55”08.
Nella gara femminile vittoria per l’ugandese Doreen Chemutai, dopo un lungo testa a testa con la pupilla di casa Joyce Mattagliano.
Nel lungo ancora una volta Tania Vicenzino (Esercito) ha messo il suo sigillo. La 29enne di Carlino, che sembra essere tornata ai fasti di un tempo, grazie ad un balzo di 6 metri e 18 (ottenuto alla sesta ed ultima prova, con vento + 2.5 m/s), ha messo in saccoccia il suo ennesimo successo. Seconda Cestonaro (5 metri e 93), quarta Francesca Paiero (Friulintagli) con la misura di 5 metri e 68.
Concluse le fatiche organizzative del Meeting su pista, ora l’Atletica Brugnera si concentrerà sul Giro podistico internazionale di Pordenone: l’appuntamento è per domenica pomeriggio con partenza da Piazza XX Settembre.

Leave A Comment

You must be logged in to post a comment.